Natale 1975

Natale: qual è il suo significato più profondo, che tutti li compendia? È il «misterioso, incredibile massaggio che Dio ci ama, ad uno ad uno e tutti insieme». Un pensiero di Chiara Lubich.    

Natale, Natale, 
quante volte
t’abbiamo festeggiato 
con gioia pura 
e calore unico!  
ma il nostro cuore
è così indurito
dal freddo del mondo
che tu non sei riuscito
a marcarlo come si doveva
del tuo misterioso
incredibile messaggio: 
DIO CI AMA 
ad uno ad uno
e tutti insieme.

Il suo amore ci ha avvolto
fino al punto da far decidere
la Trinità beata
a mandare fra noi 
fatto uomo 
il Figlio Dio
perché il nostro breve
cammino terreno
fosse illuminato
già sin d'ora
dalla Luce
che non ha tramonto
e l'assurdo morire in questa vita
si trasformasse
in semplice passaggio
alla vita più piena
ed eterna!  

Che almeno quest'anno
tu, Natale, 
dica ai nostri cuori 
quanto vuoi dire
e noi eccoci pronti
ad accoglier la tua voce.  

Città Nuova, 19 (1975), n.24, p.33

testo

buca delle lettere

Contact Icon

Saremo grati a quanti ci faranno pervenire ricordi, documenti inediti, foto... per arricchire l'archivio di Chiara Lubich.
per inviarceli subito

chi è online

Abbiamo 271 visitatori e nessun utente online

login staff

Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito. Chiudendo questo banner, o continuando la navigazione, accetti le nostre modalità per l’uso dei cookie. Nella pagina dell’informativa estesa sono indicate le modalità per negare l’installazione di qualunque cookie.